Bologna

Bologna, IT
di Carmela Iosco

Bologna
 

Sommario

3 pro:

  • La posizione strategica della città, ben collegata internamente ed esternamente
  • L’innumerevole quantità di eventi culturali e gastronomici
  • La qualità della vita, né troppo frenetica né troppo monotona

3 contro:

  • La sporcizia e la mancanza di cura di alcuni quartieri
  • La dislocazione delle sedi universitarie
  • La mancanza di sicurezza anche in centro

3 cose da fare assolutamente

  • Vivere la movida studentesca di piazza Verdi, via Zamboni, P.za Santo Stefano, P.za San Francesco e via del Pratello
  • Non perdere le proiezioni estive in Piazza Maggiore di film restaurati o di documentari anche musicali, davvero suggestive
  • Salire a vedere il Santuario della Beata Vergine di San Luca, di pregevole manifattura di stile barocco, situata su un colle da cui si vede il panorama di tutta la città

Online platforms/Facilities

Il sito UNIBO riporta le informazioni sull’Ateneo bolognese (Alma Mater Studiorum-Università di Bologna): servizi, corsi, agevolazioni per studenti, dottorati, seminari e altri eventi, collaborazioni nazionali e internazionali, contatti con numerose associazioni e programmi di studio e di ricerca europei ed extra-europei (Lifelong Learning Programm o LLP, Marco Polo…), questi ultimi riportati soprattutto sul sito ARIC. Alma Orienta si dedica all’accoglienza degli studenti, organizza giornate di orientamento (es. Open Day), pubblica e distribuisce annualmente la Guida dello Studente, gestisce il sostegno degli studenti tramite i servizi di tutorato universitario. Un supporto informativo più generale sui servizi della città è offerto anche dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP).
Le Facoltà più antiche di Bologna si trovano in centro, mentre i nuovi Poli sono stati costruiti in periferia, come ad esempio il CNR, il nuovo centro di Biotecnologie fornito di diversi laboratori, il polo di Ingegneria 2 o quello di Agraria, strutturati come campus universitari. Ogni dipartimento ha a disposizione aule studio e biblioteche. Si segnala la biblioteca comunale SalaBorsa, fornitissima anche a livello audiovisivo.
Tramite il tesserino universitario (badge), ricevuto dopo l’iscrizione, si puo’ usufruire di sconti per cinema, teatri, eventi sportivi, musei e mostre.
Il Centro Universitario Sportivo Bologna (CUSB), dispone di diverse palestre, campi e di una piscina, dislocati in diversi quartieri della città. La tessera costa 13€ e permette di avere abbonamenti a prezzi vantaggiosi, anche al 50% del prezzo base.

Stipendio/agevolazioni fiscali/sistema sanitario

Dal 2008 l’importo lordo annuale di una borsa erogata dal MIUR è di 13638,47, circa 1000€ netti al mese, assoggettato al contributo previdenziale INPS a gestione separata, in cui è incluso il pagamento della tassa universitaria di iscrizione ad ogni anno di dottorato. Le borse sono poche, quindi è bene anche informarsi con i singoli group leader se dispongano di altri fondi per pagare un dottorato. In questo caso la tassa da pagare ammonta a circa 750€, fatta eccezione di alcune categorie, ad es. diversamente abili e studenti stranieri, per le quali è di 177,64€. Lo stipendio può essere accreditato direttamente sul conto bancario, di qualsiasi banca, oppure sul conto zero spese convenzionato con l’Università (associato alla Genius Card). L’assistenza sanitaria in Italia è gratuita. Gli studenti fuori sede possono registrarsi con il medico di base recandosi alla ASL, presso gli sportelli del CUP. Il personale universitario, inclusi i dottorandi, vengono controllati periodicamente dal Centro di Medicina del Lavoro, previa registrazione al servizio.

Affitti

I prezzi degli affitti sono elevati in centro ma diminuiscono appena fuori le porte che delimitavano l’antico borgo medievale. Una stanza singola dignitosa si può trovare a 300€ circa, cercando sui classici siti nazionali: Subito, Kijiji, EasyStanza, o sugli annunci cartacei affissi sui muri delle bacheche universitarie.
Si consigliano alcune zone: Mazzini e Andrea Costa per la quantità di servizi, i prezzi non troppo elevati e l’abbondanza di mezzi di trasporto; zona stazione ferroviaria, relativamente malfamata, che però ha il vantaggio di essere economica e ben collegata. L’Università gestisce direttamente numerosi studentati e altre residenze per studenti tramite l’Ente per il diritto allo studio (ER-GO). Gli alloggi sono aperti a tutti (in tal caso sono maggiormente onerosi) o attribuiti per mezzo di concorso. È inoltre disponibile registrare il contratto di affitto allo Sportello Registrazione Affitti, avviato per contrastare il fenomeno dell’affitto in nero.

Trasporti

Il centro di Bologna è molto piccolo, percorribile anche a piedi o in bici, che è molto usata, nonostante alcuni punti della città non siano così adatti al suo transito. L’abbonamento TPER è di circa 40 € al mese, ma sono presenti ottime soluzioni integrate con altri mezzi di trasporto (Mi Muovo), che consentono di risparmiare notevolmente. Ogni punto della città e della periferia è abbastanza coperto dalla rete di trasporti, le linee sono numerose e frequenti. Di notte, dalle due in poi, due autobus prestano servizio orario per tutta la città con una discreta copertura periferica.
I taxi sono costosi ma meno che in altre grandi città.
Si segnala anche il servizio car sharing urbano (Io Guido), molto conveniente soprattutto per circolare nelle ore notturne.

Spesa

In zona universitaria si trovano molti supermercati e discount, mentre i centri commerciali sono situati per lo più in periferia.
In centro si trova il mercato ortofrutticolo, con prodotti di buona qualità e a prezzi vantaggiosi, che ultimamente è diventato anche un luogo per cenare al tavolo. Inoltre ogni quartiere della città ha il proprio mercatino, dove si trovano prodotti equo-solidali, a chilometro zero, biologici, tipici, con prezzi contenuti. I negozi al dettaglio sono abbastanza costosi ma in generale i prodotti sono di ottima qualità. Bisogna assolutamente citare il mercato della Piazzola, sito nei pressi della Montagnola, adiacente alla stazione ferroviaria, che contiene abbigliamento e oggettistica, spesso anche rarità, presente il venerdì e il sabato, e il mercato dell’artigianato e dell’antiquariato in Piazza Santo Stefano, presente la domenica.

Movida e locali

Bologna è stata tra le prime città a inaugurare la moda dell’aperitivo-apericena con buffet a un prezzo intorno a 6-10€, indicativamente a partire dalle 18 fino alle 21, offerti da numerosi locali: dagli eleganti e ottimi Tamburini e Zanarini, ai più comodi ed economici Caffè Zamboni, Empire Irish Pub, Old Bridge e tanti altri. Si segnalano il pub Amadeus e Il Santo Bevitore per la ricca scelta di birre.
Le vie più frequentate e ricche di locali e ristoranti sono via del Pratello, via Zamboni, Via Petroni. Esistono parecchie trattorie tipiche, tra le quali si segnala l “Osteria Dell’Orsa”, sempre aperta, “Da Vito”, il luogo preferito dagli artisti e musicisti bolognesi, “Il tortellino” , ottima trattoria tipica con possibilità di street-food, “Totò”, pizzeria molto amata dagli studenti, “Pino” , discreta pizzeria napoletana dai camerieri simpatici, “Pinterrè“, pizzeria napoletana ottima appena in periferia.
I locali sono numerosissimi e certamente gli altri gestori reclameranno di non essere stati nominati!
Si menziona anche la presenza di numerosi ristoranti etnici (greco, indiano, africano, asian-fusion..) che soddisfano ogni esigenza.
D’estate non bisogna perdere le proiezioni di film e documentari in Piazza Maggiore, a cura del Comune e della Cineteca di Bologna, che spesso si occupa dei restauri di classici del cinema. Sono organizzati numerosi eventi musicali in diversi locali, tra i quali si citano il “Botanique”, “Le serre dei Giardini Margherita”, “Estragon”, Parco Nord, Giardini del Baraccano, Battiferro, “Ca’ dei Mandorli”, “Vicolo Bolognetti”, “Cantina Bentivoglio”, “Chet Backer”, “Take Five”, “Barazzo”, “Soda Pops”, “Kasamatta”, “Giostrà”.
Sono presenti numerosi musei che ospitano interessanti iniziative, ad esempio il Museo della Musica, il Museo di Storia Medievale, il Museo di Arte Moderna (MAmBO). Ogni giardino pubblico o villa sono considerati occasioni per allestire spettacoli di ogni tipo, come accade ad esempio, oltre ai Giardini già citati, a Villa Mazzacorati.
Tutti i cinema, sia piccoli che multisala, offrono sconti agli studenti e ci sono giorni della settimana con riduzioni per tutti. Una zona molto bella è quella di Via Azzo Gardino, molto tranquilla e immersa nel verde, che ospita la Cineteca di Bologna e un cinema dove si possono ammirare pellicole classiche.
Sono innumerevoli le associazioni studentesche e di volontariato, così come i circoli culturali.

Beyond Bologna

Bologna è circondata da colli. Tra le località collinari vicine da vedere, si segnala la zona di Vergato con laghetti, un maneggio, agriturismi nei quali assaggiare i piatti tipici; Monte Sole, dove si commemora ogni anno la tristemente nota strage compiuta dai nazisti sulla popolazione locale, occasione per ricordare episodi importanti della storia italiana.
Alcune esperienze da provare sono il pic-nic sul Monte Donato, popolatissimo in primavera ed estate, e la passeggiata in salita verso il santuario di San Luca, al cui termine si può vedere il panorama della città e dei dintorni.
La provincia bolognese merita diverse visite, ogni borgo ha le proprie attrattive. Ad esempio, nel comune di Grizzana Morandi si trova un castello suggestivo, Rocchetta Mattei, recentemente aperto al pubblico; il comune di Porretta Terme, a metà strada tra la Toscana ed Emilia-Romagna, oltre ad essere una stazione termale, ospita da anni uno dei maggiori festival musicali al mondo, il Porretta Soul Festival. Segue il comune di Dozza, borgo medievale che ospitò in passato una rassegna di murales, che tuttora decorano i muri delle case, e offre dell’ottima cucina tipica. A Castelguelfo si trova uno degli outlet maggiori dell’Emilia Romagna.
Non dimentichiamo di citare inoltre le molte località marittime facilmente raggiungibili da Bologna come Rimini, Riccione, Marina di Ravenna, Cesena e Cervia, sede di una delle maggiori saline italiane e graziosa da vedere.

Torna alla mappa

Liked it? Take a second to support gcwptest on Patreon!