Helsinki

Helsinki, FI
di Cristian Capasso

Helsinky

Sommario

3 pro:

  • Trasporti pubblici impeccabili e pulizia eccellente della città.
  • Tra le città più sicure al mondo.
  • Tanto verde in città.

3 contro:

  • Il buio e la poca luce invernale.
  • Timidezza e riservatezza dei Finnici.
  • Città piccola per essere una capitale.

3 cose da fare assolutamente

  • Sauna!
  • Visitare il parco naturale di Nuuksio.
  • Visitare la Lapponia e vedere l’aurora boreale.

Online platforms/Facilities

Le informazioni riguardo la città possono essere trovate sul portale online. Le principali università sono l’Università di Helsinki e l’Università di Aalto. L’Università di Helsinki è un attivo centro di innovazione e ricerca, che si aggiudica il 67° posto nel ranking delle università del globo.

Numerose sono le palestre in centro città, e per gli impiegati dell’università ci sono abbonamenti annuali per meno di 100€. La città è dotata di alcuni campi all’aperto per giocare a basket (Zona Arabia) o a calcio. In città ci sono anche diverse piscine, e l’hockey su ghiaccio fa da padrone all’Hartwall Arena, essendo lo sport nazionale. E’ presente un parco giochi modesto (Linnmaki) per chi avesse bambini o volesse divertirsi d’estate.Per chi ama correre, le aree verdi ed i boschi non mancano . Helsinki è una città “green”: molti decidono di muoversi a piedi o in bici e il traffico è limitato.

Code interminabili agli uffici pubblici? Dimenticatele! Banche, polizia e servizi anagrafici sono ben gestiti e le informazioni online sono di grande aiuto dal momento che i siti sono aggiornati e completi (disponibili sempre in versione inglese). Qualunque ufficio pubblico risponderà alle vostre email rapidamente. Una cosa importantissima è che in città tutti, e dico tutti, parlano inglese. Nei bar, pub, supermercati, tabaccai (R-kioski), negozi piccolini, sul bus ed uffici pubblici. Resterete stupiti di quanto sia avanzato il livello di istruzione in questo paese. Non vi sentirete mai incapaci di comunicare.

Burocrazia iniziale

Di seguito vi indichiamo i 4 steps fondamentali da fare non appena arrivate in citta’:

  1. Registarsi alla polizia come immigrato/a (Pasilanraitio 11, 00241 Helsinki, tel. 0295470 011). Vi consigliamo di chiamare per informarvi ed andare preparati. Il costo della registrazione è di 50€.
  2. Dopo la registrazione in polizia, potete richiedere il permesso di residenza compilando i form disponibili sul sito del Finnish Immigration Office. Il permesso di residenza potrà essere provvisorio o permanente basato sulla vostra condizione contrattuale. Non esitate a contattare gli uffici, saranno sempre lieti di aiutarvi.
  3. Registrate il vostro domicilio all’uffico anagrafe di Helsinki.
  4. Visitate un ufficio KELA per accedere al sistema sanitario nazionale (passerà qualche mese prima di ricevere l’approvazione).

Stipendio/agevolazioni fiscali/sistema sanitario

In Finlandia è presente un solido ed organizzato sistema di aiuti alle fasce più deboli che si regge su una tassazione graduale ma elevata rispetto a quella Italiana. Lo stipendio minimo per un PhD student impiegato direttamente dall’Università (quindi non con grants) viaggia attorno ai 2000-2100€ lordi al mese, che diventano 1600-1700€ netti. Ovviamente in base alla vostra esperienza (personal component) potete guadagnare di più. Non aspettate tuttavia grossi cambiamenti, dal momento che un aumento di salario significa anche un aumento della tassazione importante. Nota positiva dell’essere impiegati direttamente dall’Università è il poter usufruire della loro servizio di occupational health care che vi permetterà di accedere ad alcune visite mediche in cliniche private convenzionate gratuitamente. Le tasse detratte dallo stipendio serviranno a pagare i vostri contributi, l’accesso al sistema sanitario ed al sussidio di disoccupazione.
Per chi invece dovesse essere pagato con un grant ricevuto dal gruppo di ricerca, il salario è intorno ai 1700-1800€ al mese (22000€/anno in genere). Da questa cifra, non viene detratta alcuna tassa; ma se volete avere accesso al sistema sanitario nazionale e pensionistico dovete “pagare le tasse da soli” (per maggiori informazioni visitate il sito dell’ente MELA).

Una volta che siete stati registrati nel sistema sanitario nazionale, verrete assegnati ad una health station dove troverete il vostro medico generico. Per qualunque problema dovrete sempre essere visitati prima da lei/lui, che se lo riterrà opportuno vi prescriverà una visita specialistica. In Finlandia, a differenza dell’Italia, il medico generico ha un ruolo molto importante, ed è di solito restio alla prescrizione di esami costosi o visite specialistiche. Nel caso in cui abbiate bisogno di una visita, troverete le informazioni sul sito.

Affitti

Gli affitti ad Helsinki non sono di certo bassi. E’ comune per gli studenti scegliere piccoli monolocali o case a più stanze condivise. Ovviamente il centro di Helsinki si distingue per dei prezzi a dir poco elevati mentre le zone periferiche diventano più abordabili. C’è da considerare, tuttavia, che l’eccellenza dei trasporti pubblici permette di vivere tranquillamente nelle zone periferiche senza subirne conseguenze devastanti.

I monolocali (stanza con cucina in camera + bagno, non arredati) di solito hanno una grandezza che varia tra i 18 ed i 25 m2 e costano almeno 650€/mese. Nelle zone più esclusive l’affitto sale facilmente fino a 800-900€/mese.
Le case con stanza da letto + cucina separata + bagno costano dagli 900€/mese in su.

Se avete voglia di condividere le spese, potete cercare appartamenti con più camere da letto e bagno+cucina comuni. I prezzi si aggirano tra i 1200-1400€/mese, ovviamente da dividere tra gli inquilini.

Di solito nelle bollette non sono inclusi internet ed acqua. Badate bene che in Finlandia è quasi sempre richiesta una caparra di almeno due mensilità quando si prende possesso della casa.

Per chi arriva e fa parte del network di studenti universitari un buon inizio è chiedere alle relative segreterie studenti di mettervi in contatto con gli studentati. Ci sono almeno tre servizi universitari da cui cominciare:

Altri siti su cui cercare annunci privati sono

Trasporti

Usare i trasporti pubblici ad Helsinki è un piacere. Il sistema di bus, metro e tram e’ preciso e organizzato e sono disponibili (ed essenziali!) molte applicazioni per gli smartphones che vi saranno di grande aiuto nel calcolo del percorso più breve usando i mezzi pubblici. Inoltre sul sito HSL, troverete indicazioni precisissime sugli orari e i percorsi di ciascuna linea.Sarete colpiti dall’ordine e la pacatezza delle persone che devono salire sul bus: si entra uno ad uno, dalla porta anteriore e si scende da quelle posteriori. Ogni passeggero mostra al conducente il biglietto o poggia la propria “travel card” sul dispositivo elettronico. Il costo dell’abbonamento mensile (Area Urbana Helsinki) è di 90-100€ per i non residenti, e di 50€ per i residenti. Il costo di un singolo biglietto (due ore di validità) è di 3€, mentre un biglietto giornaliero costa 8€.

Quando vedete arrivare il bus che dovete prendere, non dimenticate mai di fare cenno col braccio.

Spesa

Il finlandese purtroppo è una lingua totalmente diversa dalla nostra. Non assomiglia a nessun’altra lingua europea e vi troverete spesso a cercare parole sul dizionario mentre siete al supermercato. Ovviamente potete chiedere ai commessi che sono gentilissimi e sapranno sempre parlare inglese.

Ci sono poche catene: Alepa > K-market > S-market > Prisma > Lidl e Siwa. I nomi sono disposti in ordine decrescente di prezzo. Ci sentiamo di consigliare l’ S-market ed il Prisma per l’ottimo assortimento a prezzi molto convenienti.

Tutti i supermercati sono aperti 8-21 dal lunedì al venerdì. Il sabato 8-18 e la domenica 12-18. Nei giorni di festa nazionali i supermercati spesso sono chiusi. Poche catene (come Alepa) fanno orario esteso 7-23 tutti i giorni (ma per questo sono anche i più costosi).

Se cercate prodotti particolari (italiani o di alta qualità) ed il prezzo non è un problema per voi, potete cercare nel supermercato del famoso centro commerciale Stockmann (in pieno centro).

Movida e locali

Stupefacente è la quantità di locali e ristoranti “stranieri”. Faticherete a trovare ristoranti con cucina locale dal momento che i finnici sono molto esterofili. Difatti, abbondano i locali con cucina asiatica: thailandese, nepalese, vietnamita, cinese e giapponese. Diverse sono le hamburgherie e ristoranti dove poter apprezzare bistecche e dove la cucina occidentale fa da padrona.

I prezzi sono abbastanza elevati: difficilmente troverete panini a meno di 10€. In media vi troverete a spendere sempre almeno 15-20€ per mangiare fuori (pubs), ed il prezzo sale decisamente nei ristoranti. Prendere del vino nei locali significa far lievitare il prezzo quasi esponenzialmente.

Da buoni italiani, consigliamo caldamente di evitare le pizze: costose, biscottose e veramente pessime! Se proprio siete in crisi di astinenza, consiglio di evitare le pizzerie più quotate (Virgin&Oil o Vapiano) e di andare in un modesto locale in via Mannerheimintie 18 (00100 Helsinki): entrando dalla stessa porta di Southern Fried Chicken (SFC) ma scendendo al piano inferiore potete accedere ad un conveniente buffet (8€) all you can eat con pizze/focaccia decisamente migliori della media cittadina. Dal momento che la pizza è scadente ovunque, almeno non spendete troppo!

Per una serata tranquilla (hamburger + birra) io consiglio di cominciare da: Iguana, Morrison o Friends&Burger tra i più economici. Se volete assaggiare degli hamburger gourmet ottimi ma più costosi: Stone’s.

Per gli amanti del sushi: Tokio55, Itamae e Konnichiwa. La mattina a pranzo offrono dei menu buffet molto convenienti.

Ci sono delle ottime birrerie che offrono birre locali, come Teerenpeli (Zona Kamppi). Per gli amanti dei cocktails, da provare: A21, 100 Dogs e Steam Hellsinki.

Per chi volesse ballare: Tiger o Vatican sono dei club molto frequentati.

Amate la musica live? Hard Rock cafè, Loosisters o il Molly Malone’s Irish Pub.

In generale la zona centrale di Rautatientori ed Esplanadi racchiude la maggiorparte dei locali dove mangiare. Se invece volete vivere la vera movida nottura, dovete spostarvi in Kallio dove i giovani finlandesi passano le loro serate.

Beyond Helsinki

Helsinki è una capitale piccola se comparata alle altre europee. Per questo le altre città non brillano in quanto ad offerta artistico/culturale. Tuttavia, tra i posti che vale la pena visitare ci sono Turku (la vecchia capitale) con il suo bel castello che domina il fiume e Porvoo con le sue casette caratteristiche e l’antica cioccolateria Brunberg. Da non perdere Rovaniemi, città alle porte della Lapponia ed il famoso villaggio di Babbo Natale! Immancabile è il viaggio in Lapponia dove ammirare le aurore boreali, fare escursioni su slitte trainate da husky e passare le giornate al caldo tra sauna e glögi (tipica bevanda invernale finnica).

Helsinki è ben collegata alle altre città nella zona scandinava. Gli aerei per Stoccolma e Copenhagen sono convenienti, e ci sono collegamenti diretti via nave per Tallin e San Pietroburgo.

Buon viaggio!

TORNA ALLA MAPPA

Liked it? Take a second to support gcwptest on Patreon!